In offerta!

La Chiesa di San Luigi

14,00 11,90

Esaurito

Nascita e vita di una comunità in Valle di Seren del Grappa.

Il libro è un omaggio alla storia e alle genti della Valle di Seren, nel comune di Seren del Grappa. L’autore, basandosi sui documenti e le testimonianze rintracciate negli archivi di tutta Italia, racconta la storia della Chiesa di San Luigi simbolo della Valle. Ne esce un affresco a 360 gradi fatto di tradizioni e vicende che sono le vere protagoniste di questo volume.

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Peso 0.465 kg
Dimensioni 16.5 × 23.5 cm
Autore

Anno

Formato

Pagine

EAN

Descrizione

Nascita e vita di una comunità in Valle di Seren del Grappa.

Il libro è un omaggio alla storia e alle genti della Valle di Seren, nel comune di Seren del Grappa. L’autore, basandosi sui documenti e le testimonianze rintracciate negli archivi di tutta Italia, racconta la storia della Chiesa di San Luigi simbolo della Valle. Ne esce un affresco a 360 gradi fatto di tradizioni e vicende che sono le vere protagoniste di questo volume.

Racconta l’autore: “Sono ormai veramente poche le persone che oggi risiedono in modo stabile nella frazione di Valle. Con loro sta scomparendo anche una cultura basata sulla collaborazione, a volte sofferta, tra uomo e natura. Quello che ancora rimane di particolare interesse, oltre ai piccoli borghi quasi completamente disabitati e ai numerosi capitelli presenti sul territorio, è la chiesa parrocchiale, vera icona della religiosità dei valligiani. Questa importante opera mi ha stimolato ad approfondire alcuni aspetti della storia della Valle di Seren e il frutto di queste ricerche ora lo propongo al pubblico nella speranza che possa contribuire a far conoscere le nostre radici e aiutare a valorizzare ciò che i nostri avi costruirono in quei luoghi. In particolare ho rivolto le mie attenzioni alla parrocchia di San Luigi: alla costruzione della chiesa, all’erezione della nuova parrocchia e alle esigenze di autonomia e di indipendenza civile della popolazione. Nella convinzione di far cosa gradita ai numerosi emigranti e ai loro discendenti, sparsi in Italia e nel mondo, ho riportato le foto dell’interno della chiesa. Chi è lontano può così, almeno in parte, rivivere gli anni vissuti in Valle e ricordarsi degli antenati, del luogo dove essi deposero preoccupazioni e ritrovarono energie per affrontare le sfide presentate dalla vita. Il libro si conclude con l’elenco dei soprannomi e con alcuni dei miei versi in dialetto, così da mantenere ancora vivi quel linguaggio e quei suoni caratteristici che stanno pian piano scomparendo al contatto con dialetti e lingue diverse.

Questo nuovo libro vuole essere anche l’occasione per ricordare i 150 anni trascorsi dalla posa della prima pietra della chiesa e per riflettere sul come una popolazione in periodi difficili con scarse risorse economiche sia riuscita prima a costruire una chiesa di queste dimensioni e poi ad abbellirla al suo interno. Forse 150 anni non sono molti nella storia di una comunità; sono anni però da ricordare, se non altro per i sacrifici sostenuti dagli abitanti per la costruzione della chiesa, per le sofferenze patite durante le due guerre mondiali che hanno segnato profondamente la loro vita e per le avversità della natura incontrate nel vivere in quel luogo disagiato. Tutto ciò dà una precisa peculiarità alla frazione di Valle che l’ha resa nel tempo distinta dalle altre frazioni del Comune. Oggi frammenti vivi di vita e di cultura di questa comunità, che si va sempre più assottigliando, sono sparsi in varie parti del mondo e sopravvivono nel ricordo degli anziani. È quindi un preciso dovere di ognuno far conoscere la vita e la storia dei propri antenati e trasmettere i valori che li hanno sostenuti nel loro cammino, per dare alle future generazioni l’opportunità di coglierne gli aspetti più preziosi.”