In offerta!

Bolivia

18,00 15,30

Esaurito

Evoluzioni economiche e nuove dinamiche geopolitiche.

“Dopo cinque secoli di dominazione occidentale i movimenti indigeni rivendicano i loro diritti sul controllo politico dello stato boliviano rimodellando il già complesso e particolarmente mutevole scenario geopolitico. Bolivia è un vero e proprio laboratorio di studio per sociologi, economisti e geografi; le sfaccettature che caratterizzano le diverse realtà ambientali evidenziano l’interesse per un mondo estremamente dinamico e ancora oggi in continua evoluzione.”

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Peso 0.469 kg
Dimensioni 15 × 21 cm
Autore

,

Anno

Formato

Pagine

EAN

Collana

Descrizione

Evoluzioni economiche e nuove dinamiche geopolitiche.

“Dopo cinque secoli di dominazione occidentale i movimenti indigeni rivendicano i loro diritti sul controllo politico dello stato boliviano rimodellando il già complesso e particolarmente mutevole scenario geopolitico. Bolivia è un vero e proprio laboratorio di studio per sociologi, economisti e geografi; le sfaccettature che caratterizzano le diverse realtà ambientali evidenziano l’interesse per un mondo estremamente dinamico e ancora oggi in continua evoluzione.

I movimenti popolari rinati agli inizi del terzo millennio hanno aperto nuovi orizzonti economici e politici ad un secolo e mezzo dalla nascita della Repubblica boliviana, sorta a seguito dei movimenti insurrezionali di Simon Bolivar e favorevoli solo agli interessi nascenti delle oligarchie borghesi del XIX secolo, dove i nuovi interessi capitalistici hanno frammentato quello che la cultura incaica era riuscita ad unire in poco meno di un secolo, diffondendo i valori della cultura indigena Quechua e Aymara. Gli autori evidenziano la complessa vicenda della storia economica e demografica di questo Paese e affrontano le tematiche nascenti, proposte dall’attività politica dei movimenti indigeni. Fasi innovative, propositive o conflittuali, evidenziano le scelte geopolitiche di una realtà in continua trasformazione che non sempre è attenta alle esigenze del territorio. Il principio di durevolezza delle risorse è minato dagli interessi economici di una politica sviluppista legata agli interessi di potenze straniere che direttamente o indirettamente condizionano le scelte politiche di un Paese ancoratroppo fragile.

La sostenibilità dell’intera struttura sociale economica oggi dipende solo dalle scelte della nuova classe dirigente che si trova a dover scegliere tra il bene del Paese o i propri interessi di dominio politico.”

ISTHAR Editrice.

 

INDICE

Parte prima.

Bolivia quattro secoli di trasformazioni. Antonio Paolillo 9

Capitolo 1, storia delle vicende economiche 13

1.1 Dalle origini ai fatti che precedettero la rivoluzione nazional 13

1.2 verso un nuovo corso politico economico 27

Capitolo 2. Amazzonia boliviana tra il XIX e XX secolo 33

2.1 Nuove frontiere economicher 33

Capitolo 3. La popolazione boliviana 55

3.1 Aspetti generali 55

3.2 Storia della vicenda demografica 58

3.3 La situazione demografica negli nultimi decenni del XX secolo 71

3.4 Gruppi etnici 76

Parte seconda.

Tupac katari è tornato a milioni. Francesca Correr 93

Capitolo 1. Dalla rivoluzione agli anni 80’ 99

1.1 La Rivoluzione del 1952 99

1.2 Il ventennio dei governi militari 102

1.3 Dagli anni ottanta a fine secolo: neoliberismo e democrazia 106

Capitolo 2. Cochabamba e la Guerra del agua del 2000 111

2.1 Cochabamba e una Bolivia privatizzata 111

2.2 Cronologia del conflitto 112

2.3 La ricetta del movimento 117

2.4 Nel mondo dei conflitti ambientali 119

2.5 Visioni alternative 121

Capitolo 3. La Guerra del Gas 125

3.1 Lo scenario di El Alto 125

3.2 Una continuità conflittuale 126

3.3 “El Alto de pie, nunca de rodillas” 127

3.4 Dentro la Guerra del Gas 131

3.5 Dalla Guerra del Gas alle dimissioni di Mesa 136

3.6 La questione degli idrocarburi. Un dibattito decennale 140

Capitolo 4 – Una mappa dei movimenti 145

4.1 Un panorama eterogeneo 145

4.2 Le istituzioni storiche della COB e della CSUTCB

4.3 Mamacoca 152

4.4 La CSUTCB e l’Instrumento Político 157

4.5 Felipe Quispe e il Movimiento Indígena Pachakuti 161

Capitolo 5 – Evo Morales 167

5.1 Un cocalero verso la presidenza 167

5.2 Le elezioni del 2005: “somos MAS” 170

.3 Tornerò e sarò milioni. riferimenti storici nel discorso masista 175

5.4 Álvaro García Linera e il “capitalismo andino” 178

5.5 Linee programmatiche. Dalla nazionalizzazione all’Asamblea Constituyente 180

5.6 La Media Luna e le richieste autonomiste 185

Conclusioni 189

Riflessioni dopo il viaggio del 2010 192

Una democrazia pura, con fallas pero pura 195

Non solo aymara e quechua 197

Desarrollismo e Buen Vivir 199

Todos se ham vuelto masista 201

Una strada da tracciare 203

Parte terza.

Ambiente e conflittualità geopolitiche. Antonio Paolillo 205

1.1 Aspetti fisici 208

1.2 Aspetto geomorfologico 210

1.3 Aspetto climatico e interdipendenza 216

1.4 Unità climatico-ambientali e fragilità della regione amazzonica 220

A) Yungas 221

B) Bosque macrotermico 224

C) Llanos de Mojos 227

1.5 Funzioni della foresta pluviale 232

1.6 Colonizzazione e conflitti geopolitici 238

1.7 Catastrofi ecologiche prevedibili 255

Bibliografia 267

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bolivia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.