In offerta!

A nord del Grappa

13,00 11,05

Seconda guerra mondiale. A partire dal primo autunno del 1944, il Grappa e tutta la zona
circostante vissero la ferocia nazifascista. 

Questo libro – un inedito nella letteratura bellunese sull’argomento– raccoglie le testimonianze dei civili serenesi coinvolti, direttamente o meno, negli avvenimenti.

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Peso 0.358 kg
Dimensioni 21 × 14 cm
Autore

Anno

Formato

Pagine

Collana

EAN

Descrizione

Seconda guerra mondiale. A partire dal primo autunno del 1944, il Grappa e tutta la zona
circostante vissero la ferocia nazifascista.

Le formazioni partigiane, che si erano ingrossate nell’estate, commisero l’errore fatale di scegliere la difesa in campo aperto e ad oltranza, capovolgendo le forme della guerriglia, che richiedono agilità, flessibilità, dispersione. Non sfuggirono così all’accerchiamento e i risultati furono drammatici: 202 impiccati, 620 morti in combattimento e fucilati, 840 deportati, 285 case incendiate. Seren fu marginale in questa battaglia, si trovò però sul tragico percorso delle truppe nemiche.

Questo libro – un inedito nella letteratura bellunese sull’argomento– raccoglie le testimonianze dei civili serenesi coinvolti, direttamente o meno, negli avvenimenti che accompagnarono e seguirono il rastrellamento. Si tratta di testimonianze lucide, prive (anche per il tempo trascorso) delle emozioni che accompagnano l’immediatezza degli eventi, ma proprio per questo ancora più tragiche nella descrizione delle devastazioni subite.

Fu una strage d’innocenti che non ebbe una causa diretta in un’aggressione alle truppe nazifasciste, una rappresaglia mossa solo dalla volontà di incutere terrore nella popolazione nel tentativo di tagliare ogni connivenza con i partigiani.

Il libro, stampato da DBS, è edito daIsbrec.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “A nord del Grappa”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.