In offerta!

Veneti al fronte. Memorie di guerra e prigionia di combattenti veneti nella Seconda guerra mondiale.

15,00 12,75

Esaurito

Il volume è una raccolta di testimonianze di combattenti veneti nella seconda guerra mondiale. Contadini, operai, professionisti veneti che, per scelta o per dovere, si sono di colpo trovati a combattere sui vari fronti, dove molti di essi hanno trovato la morte e molti sono divenuti eroi: eroi per caso, spesso inconsapevoli, quasi sempre ignorati.

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Peso 1.018 kg
Dimensioni 24 × 17 cm
Autore

Anno

Formato

Pagine

Descrizione

Veneti al fronte. Memorie di guerra e prigionia di combattenti veneti nella Seconda guerra mondiale.

Il volume è una raccolta di testimonianze di combattenti veneti nella seconda guerra mondiale. Contadini, operai, professionisti veneti che, per scelta o per dovere, si sono di colpo trovati a combattere sui vari fronti, dove molti di essi hanno trovato la morte e molti sono divenuti eroi: eroi per caso, spesso inconsapevoli, quasi sempre ignorati.

Una guerra combattuta da soldati che, come in tutte le guerre, non conoscevano il grande contesto in cui erano inseriti e il motivo per cui dovevano combattere e morire; ma ognuno di essi era sostenuto da una propria fede, dallo spirito di corpo che aleggiava nei reparti e da quell’innato senso del dovere che generalmente alberga nella Gente Veneta.

Alpini, carabinieri, fanti, marinai, artiglieri, aviatori: ognuno racconta “la propria seconda guerra mondiale” vista da una trincea, da una ridotta, da bordo di una nave da guerra, da dietro un’isba nella steppa gelata, dallo squallore di un campo di concentramento, dall’alto di un caccia che vola a 600 chilometri l’ora fra le esplosioni dei micidiali ordigni sparati dai cannoni da 88 tedeschi.

Una “guerra personale” che spesso si è conclusa fra la morte, le sofferenze e le umiliazioni di una tremenda prigionia nei campi di concentramento di tutto il mondo. Ai ricordi dei combattenti nel secondo conflitto si uniscono i racconti di tante altre persone che, pur non coinvolte direttamente in fatti d’arme, furono tuttavia testimoni di importanti avvenimenti legati all’ultimo conflitto mondiale.

“Veneti al frote”, oltre ad un’avvincente testimonianza di piccoli e grandi fatti bellici vissutis ulla propria pelle dai protagonisti del libro, vuol essere anche un severo monito per le generazioni di oggi: “basta guerre e….non più reticolati nel mondo!”

 

Illustrazioni: b/n