In offerta!

Guida ai Musei a cielo aperto delle Dolomiti Orientali

10,00 8,50

Dal Trentino al Veneto, una guida dettagliata e completa ai musei a cielo aperto delle Dolomiti Orientali. Monte Piana, Cinque Torri, Lagazuoi, Sasso di Stria, Croda Rossa di Sesto, Marmolada: per ognuno di questi luoghi, a fianco delle indicazioni pratiche legate alla sentieristica e alla percorrenza, Fornari  indica rilevanze storiche, monumenti, testimonianze sopravvissute della Grande Guerra. Un libro dunque da leggere, non solo da utilizzare per escursioni ad alta quota. Libri dolomiti grande guerra

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Dimensioni 15 × 21 cm
Anno

Autore

EAN

Formato

Pagine

Descrizione

Non solo natura: le Dolomiti custodiscono dei veri e propri musei all’aperto, spazi nei quali convivono testimonianze storiche preziose e paesaggi spettacolari. Per visitarli bisogna salire su alcune delle vette più belle dell’arco alpino, a piedi o attraverso le apposite navette, ma il sacrificio vale l’emozione: quel che si svela li è molto più di quanto qualsiasi libro di storia potrebbe raccontare.

Lo spiega bene Antonella Fornari nel volume “Guida ai musei a cielo aperto delle Dolomiti Orientali”. Sono 160 pagine a colori in cui l’autrice-alpinista accompagna il lettore su montagne dai nomi celebri come Monte Piana, Cinque Torri, Lagazuoi, Sasso di Stria, Croda Rossa di Sesto, Marmolada.

Per ognuno di questi luoghi, al fianco delle indicazioni pratiche legate alla sentieristica e alla percorrenza, Fornari  indica rilevanze storiche, monumenti, testimonianze sopravvissute della Grande Guerra. Non è però una delle solite guide ai sentieri o uno dei tanti libri sulle Dolomiti nella Grande Guerra: Fornari riesce a trasmettere in modo concreto al lettore il senso e la visione di quanto avvenne sulle cime dolomitiche tra 1915 e 1917: le difficoltà della vita militare ad alta quota, la sfida delle necessità quotidiane, la precarietà di esistenze sospese tra la vita e la morte.

E’ un libro dunque da leggere, non solo da utilizzare per escursioni ad alta quota, complice anche il ricchissimo apparato fotografico: oltre duecento immagini, tutte scattate dall’autrice, che costituiscono un prezioso aiuto per chi – anche dal salotto di casa – vorrà ripercorrere almeno con l’immaginazione  i luoghi in cui  si è combattuto.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Guida ai Musei a cielo aperto delle Dolomiti Orientali”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare…