Il forte di Monte Rite

10,00

Progettazione, costruzione, impiego ed abbandono del più moderno forte corazzato della Fortezza Cadore-Maè. 26 agosto 1910 – 4 novembre 1918.
I forti di Monte Rite e Pian dell’antro – spiegano gli autori – sono i figli ultimi e legittimi di una strategia difensiva non priva di una sua logica e di una sua intima coerenza, ma sconfessata dal gioco perverso di una guerra finalmente apparsa che dal primo giorno volle spostare il palco un poco più in là, invertendo maschere e ruoli. Uno strano destino dunque questo del Cadore: fortificato a tutti i costi, dal 1866 in cima ai pensieri d’ogni presunta strategia, fucina e crogiuolo di novelli reparti alpini. Se gli uomini tendevano ad un’opera “aere perennius” ci sono riusciti e ne hanno fatto un vero, grande monumento. Imperdibile per escursionisti ed appassionati di Grande Guerra.

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Autore

Descrizione

Grande Guerra. Progettazione, costruzione, impiego ed abbandono del più moderno forte corazzato della Fortezza Cadore-Maè. 26 agosto 1910 – 4 novembre 1918

I forti di Monte Rite e Pian dell’antro – spiegano gli autori – sono i figli ultimi e legittimi di una strategia difensiva non priva di una sua logica e di una sua intima coerenza, ma sconfessata dal gioco perverso di una guerra finalmente apparsa che dal primo giorno volle spostare il palco un poco più in là, invertendo maschere e ruoli. Uno strano destino dunque questo del Cadore: fortificato a tutti i costi, dal 1866 in cima ai pensieri d’ogni presunta strategia, fucina e crogiuolo di novelli reparti alpini. Se gli uomini tendevano ad un’opera “aere perennius” ci sono riusciti e ne hanno fatto un vero, grande monumento. Imperdibile per escursionisti ed appassionati di Grande Guerra.