In offerta!

Radicchi stellari

12,00 10,20

Esaurito

Cucina tipica. Storia di chef e ricette d’autore.

Il radicchio rosso di Treviso precoce e tardivo, il Variegato di Castelfranco, il Rosso di Verona e Chioggia e quello rodigino di Lusia nel Veneto. Mentre in Friuli Venezia Giulia in un paniere ricco di radicchi triestini e spontanei, regnano i “sofisticati” Canarino e Rosa di Gorizia. Le prelibate cicorie venete e friulane sono la materia prima di questo viaggio letterario tra le perle dell’orticoltura a Nordest, compiuto dalla giornalista de La Tribuna di Treviso Cristiana Sparvoli, ed interpretate da chef  di  gran talento.

Nove “artisti” della ristorazione che raccontano anche un po’ di sè: storia privata e professionale per coglierne la personalità in cucina, espressa poi materialmente in una preparazione di cucina tipica a base di radicchio. Prodotto di una filiera tracciabile, dal seme alla tavola, ottenuto con rispetto delle buone pratiche certificate dai consorzi di tutela e promozione, che cuochi e cuoche interpretano secondo estro e tradizione del proprio territorio. Ecco perchè “Radicchi stellari”: non solo per l’abilità di chi li “trasforma” in piatti speciali, ma anche per l’alto valore di questi ortaggi unici. Il tour in nove chef parte dalla campagna veronese (Davide Botta), prosegue in direzione di Schio nel vicentino (Corrado Fasolato), passa lungo la strada del radicchio che tocca Scorzè nell’entroterra veneziano (Raffaele Ros), entra nella Marca Trevigiana (Nicola Dinato e Marco Bortolini), risale verso il Cansiglio e Puos d’Alpago (Renzo Dal Farra). Quindi varca i confini veneti e punta alla provincia di Gorizia per conoscere Alessandro Gavagna, Gabriella Cottali Devetak ed Antonino Venica. Ad arricchire la pubblicazione gli scritti risalenti al 1924 di Aldo Van den Borre, discendente del vivaista belga Francesco che, alla fine del XIX secolo, nella Marca Trevigiana aprì la strada alla “moderna” coltivazione del radicchio rosso (da cui poi sono derivate altre varietà), oggi un “must” veneto nel mercato italiano ed internazionale.

Leggi tutto

Informazioni aggiuntive

Peso 0.299 kg
Dimensioni 22 × 22 cm
Autore

Anno

Formato

Pagine

EAN

Descrizione

Cucina tipica. Storia di chef e ricette d’autore.

Ricette di cucina tipica con i radicchiIl radicchio rosso di Treviso precoce e tardivo, il Variegato di Castelfranco, il Rosso di Verona e Chioggia e quello rodigino di Lusia nel Veneto. Mentre in Friuli Venezia Giulia in un paniere ricco di radicchi triestini e spontanei, regnano i “sofisticati” Canarino e Rosa di Gorizia. Le prelibate cicorie venete e friulane sono la materia prima di questo viaggio letterario tra le perle dell’orticoltura a Nordest, compiuto dalla giornalista de La Tribuna di Treviso Cristiana Sparvoli, ed interpretate da chef  di  gran talento.

Nove “artisti” della ristorazione che raccontano anche un po’ di sè: storia privata e professionale per coglierne la personalità in cucina, espressa poi materialmente in una preparazione di cucina tipica a base di radicchio. Prodotto di una filiera tracciabile, dal seme alla tavola, ottenuto con rispetto delle buone pratiche certificate dai consorzi di tutela e promozione, che cuochi e cuoche interpretano secondo estro e tradizione del proprio territorio. Ecco perchè “Radicchi stellari”: non solo per l’abilità di chi li “trasforma” in piatti speciali, ma anche per l’alto valore di questi ortaggi unici. Il tour in nove chef parte dalla campagna veronese (Davide Botta), prosegue in direzione di Schio nel vicentino (Corrado Fasolato), passa lungo la strada del radicchio che tocca Scorzè nell’entroterra veneziano (Raffaele Ros), entra nella Marca Trevigiana (Nicola Dinato e Marco Bortolini), risale verso il Cansiglio e Puos d’Alpago (Renzo Dal Farra). Quindi varca i confini veneti e punta alla provincia di Gorizia per conoscere Alessandro Gavagna, Gabriella Cottali Devetak ed Antonino Venica. Ad arricchire la pubblicazione gli scritti risalenti al 1924 di Aldo Van den Borre, discendente del vivaista belga Francesco che, alla fine del XIX secolo, nella Marca Trevigiana aprì la strada alla “moderna” coltivazione del radicchio rosso (da cui poi sono derivate altre varietà), oggi un “must” veneto nel mercato italiano ed internazionale.

Edizioni: Editoriale Programma

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Radicchi stellari”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.